Cultural Development, la nostra mission identitaria

Lo sviluppo culturale è per “Global Media and Cultural Democracy” la mission identitaria. E’ un valore di crescita qualitativo, oltre che quantitativo, e mira a soddisfare sia le esigenze attuali sia quelle delle generazioni future. “Global Media and Cultural Democracy”, accetta la sfida di Agenda 2030 intervenendo nei cinque primary focus, accioccè avvenga una integrata Cultural Development:

  • Persone. Eliminare fame e povertà in tutte le forme, garantire dignità e uguaglianza.
  • Prosperità. Garantire vite prospere e piene in armonia con la natura.
  • Pace. Promuovere società pacifiche, giuste e inclusive.
  • Partnership. Implementare l’Agenda attraverso solide partnership.
  • Pianeta. Proteggere le risorse naturali e il clima del pianeta per le generazioni future.

Attraverso Cultural Development, affronteremo Programmi di Azione ed Ideologici.

“Siamo Contro Tutte le Guerre nel Mondo”

Lo dice la parola stessa. Guerra deriva dal termine germanico werra, cioè mischia furibonda, dove le parti si affrontano in un corpo a corpo rozzo, sconnesso, disorganico. «Werra» è, dunque, sinonimo di caos. Non sorprende che nelle epoche di elevata instabilità geopolitica, le guerre si moltiplichino.​ Il “Conflict data program” della prestigiosa Università svedese di Uppsala ne…

Continua a leggere

In Campo per “Il Valore della Gentilezza”

Giorno 22 ottobre, Mete Onlus sarà in campo in qualità di Partner per diffondere “Il Valore della Gentilezza”, insieme all’Ambasciatrice della Regione Siciliana. L’incontro sarà tra Messina e Latina. Si ringrazia il Dottor Francesco Ghirelli, Presidente Lega Pro, per essere ancora una volta al nostro fianco.

Continua a leggere

“Free Union Dance”: Buona la Prima!

La prima edizione di “Free Union Dance” si è svolta alla Capital Dance Academy, raggiungendo l’obiettivo prefissato. Donne, Uomini, Bambine, Adolescenti, persone con storie differenti si sono unite imparando a danzare liberamente. Una Campagna di Inclusione Sociale Permanente, che porterà in giro il suo attivismo nel segno della danza.

Continua a leggere